Facebook
Editoriale 2019
La nostra redazione compirà 13 anni nel 2019 e continua a confermarsi il primo e unico mensile che tratta il folclore e la civiltà contadina emiliano romagnola a 360° (ricette, tradizioni, proverbi, modi di dire, antichi mestieri, corso di dialetto modenese on line, sagre tradizionali, cenni storici, musica popolare, il diario dell'orto, poesia dialettale, fiabe, favole e indovinelli dei nostri nonni ecc ecc).
Una nostra peculiarità è che non ci limitiamo a scrivere articoli e pubblicazioni (abbiamo pubblicato oltre trenta libri) ma organizziamo eventi in linea con le nostre tematiche grazie a sponsor e partner pubblici e privati.
Nel 2018 sono da segnalare: un “Corso sugli antichi mestieri” con gite alla scoperta di mulini e metati assieme al C.A.I. di Sassuolo, un corso per leggere e scrivere in dialetto modenese, conferenze sulle “Radici europee della civiltà contadina”, sulle tradizioni legate al matrimonio e al fidanzamento, sulla magia popolare, sulle favole e fiabe contadine, sulle ricette tradizionali, sul ciclo dei mesi con mestieri e proverbi in campagna, lo spettacolo (avviato nel 2012 assieme al musicista Marco Dieci e alla sua band) “Narrando e Cantando” presso il nuovissimo Teatro Arena a FICO Eataly World di Bologna e il divertente spettacolo itinerante “I Declamatori di Zirudelle”.
Sempre nel 2018 abbiamo partecipato per il secondo anno consecutivo all'iniziativa europea “Seminare il Futuro”, alla “Giornata dell'Alimentazione in Fattoria”, alla rassegna “Dove abitano le parole - Le vie di Guido Cavani” promosso da IBC Emilia Romagna, per il quarto anno consecutivo alla “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” e, infine, siamo stati presenti, per il secondo anno, all'interno della Giuria Media del premio letterario “Terre di Guido Cavani”.
Progetti per il 2019? Ci saranno grandi sorprese: un nuovo libro che uscirà in primavera, importanti eventi che stiamo organizzando, nuovi comuni dove presenteremo lo spettacolo de “I declamatori di zirudelle”, aggiungeremo nuovi percorsi ai 36 già esistenti per docenze e conferenze e soprattutto stiamo facendo un investimento di tutta la redazione per un restyling nuovo fiammante del giornale stesso, ancora più fruibile con i dispositivi smartphone e mobile, entro l’estate 2019.